Author: Elvira Nazzarri

Amanti a distanza

Era la prima giornata di pioggia dopo un lungo periodo di beltempo che aveva reso ancor più pesante la quarantena forzata. Una vena di malinconia attraversava la mente di Silvia. Gli alberi in fiore nel giardino le ricordavano la primavera, i colori vivaci risvegliarono i sensi e le voglie…  era il momento di fare qualcosa per movimentare la fantasia. Dopotutto i siti di filmini porno li aveva consultati tutti e ormai conosceva i filmati a memoria. La sessualità cala sempre quando si smette di immaginare. Decise quindi di contattare Amleto, sapeva che il suo amante era a casa probabilmente sommerso da qualche faldone e che gli sarebbe certamente piaciuta qualche “loro” distrazione. Spesso si sentivano per giocare a distanza anche quando ai tempi ci si poteva muovere, lo reputavano un modo per tenere viva la loro storia e alimentare il desiderio reciproco.  Silvia lanciò una proposta ad Amleto, gli diede un orario e un indirizzo… un piccolo negozio di alimentari in centro a Milano, raggiungibile facilmente da entrambi. Ci voleva però un’ulteriore stimolo per motivare …

Dandling sensuale

Shoeplay… il negozio dei sogni divenuti realtà

Celso era un ragazzo trentenne laureato in psicologia e purtroppo disoccupato come spesso accade scegliendo quel tipo di studi.  Tuttavia per lui era fondamentale quel percorso, sperava di scoprire di più su sè stesso al fine di conoscersi meglio e sconfiggere i suoi demoni. Le sue pulsioni lo turbavano, sin da quando ne aveva ricordi era attratto da particolari circostanze legate al piede femminile e la sottomissione a esso. Celso se ne vergognava profondamente e il disinteresse per il resto dei così detti rapporti normali lo aveva spinto a emarginarsi e astenersi dal contatto con il gentil sesso. Un giorno evidentemente il filo rosso del destino giocò la sua parte. Celso aveva trovato lavoro in un negozio di scarpe con un nome particolare: Shoeplay. Il primo giorno di lavoro andò piuttosto bene, era un negozio frequentato da signore che sapevano cosa desiderare. Gli articoli erano eleganti ma sopratutto sexy, l’ambiente era molto curato e le vendite andavano alla grande. Celso era soddisfatto, le clienti erano gentili, la responsabile del negozio era una donna piacevole e …

Lo strillo

Certo sognare, immaginare, fantasticare ci dona speranze e ci allontana dalla realtà permettendoci viaggi mentali spesso surreali in mondi totalmente diversi dai nostri. Spesso questo ci rigenera e ci aiuta ad allegerire la mente, tuttavia vorrei precisare che i miei racconti e i racconti dei miei “fedelissimi” servono proprio a questo. Sono in gran parte wishful thinkings e molti di questi racconti contengono abbondante licenza poetica… Ci terrei a precisare che non ho contatti fisici con persone e non svolgo incontri. Regalo fantasie per stimolare l’anima.  

Modifiche GDPR

Cari lettori, vi siete senz’altro accorti di alcune modifiche sul mio blog. Il mio è un sito personale riguardante le mie visioni del mondo BDSM ed è ben lontano dai siti commerciali. Tuttavia per non imbattermi in complicazioni (investo già troppo tempo a curarlo) ho tolto qualsiasi possibilità di interazione, non ci sono più i commenti, né strumenti di condivisione e neanche la possibilità di ricevere la mia newsletter. Abbiamo un bel sito in versione web 1.0. Sterile… d’ora in poi ci sarà un’unica “voce”, la mia! “Le loi, c’est moi!” Non raccolgo alcun dato sui miei lettori e qualora decideste di contattarmi via e-mail, quella sarà da considerarsi una corrispondenza privata. Vi auguro una buona lettura e credo che collegarsi ogni tanto per vedere se ci sono novità non sia uno sforzo insuperabile. Un caro saluto a tutti!