All posts tagged: FLAGELLAZIONE

Flagellazione/fustigazione: estasi dei sensi e prova indiscutibile della sottomissione

scritto da Dasa pubblicato da Elvira Nazzarri Mi ero sempre chiesto perché, benché non sia un amante del sado/maso cruento e tutto sommato la sofferenza non mi interessi molto, la frusta, le scene di flagellazione, l’immagine di una donna con in mano una frusta mi eccitassero in maniera cosi perentoria e puntuale. Poche sere fa, sono stato da Lei, la mia Regina assoluta, Despota venerata e temuta. Mi ha tenuto ai Suoi piedi per un po’ perché li massaggiassi e adorassi come gradisce. Poi, con sfacciata dolcezza, mi ha messo il collare, il segno supremo del possesso, la cui legge è implacabile: una volta messo si è schiavi, senza appello e senza condizioni. Trascinato nella grande stanza, mi ha fatto continuare in una posizione per Lei più comoda, per me uguale supplizio in ginocchio così a lungo. Poi l’ordine perentorio di appoggiare le mani sul letto. Ha appoggiato il guinzaglio sul letto, si è alzata ed è venuta dietro di me. Ho voglia di frustarti schiavo. Eccitato come un cagnolino, mi sono girato per vederLa l’ultima volta prima …

Dominazione: il sottile piacere della sofferenza

Cosa provo nella dominazione fisica? L’energia donata dal masochista durante la sua sofferenza. Il suo volermi accontentare, sacrificarsi per me… volere il mio bene attraverso la sua sofferenza fisica. La mia preda è provata dalla posizione scomoda e dalle corde strette. E’ impossibilitata a muoversi, immobilizzata. I polsi cominciano a sentire i nodi scorsoi in trazione. Il palo a cui è legata è freddo e la sta premendo contro il corpo.  Non oppone più resistenza, oramai è rassegnata. E’ in attesa della punizione. La percezione di un sussulto, di una improvvisa sensazione di piacevole diffusione nelle vene la pervade. E’ la mia preda spaventata e io la sua cacciatrice. In questo momento posso infliggerle qualsiasi punizione usando uno dei tanti strumenti presenti in sala eppure decido di prendermi gioco di lei, facendole sentire il suono dei colpi della frusta in aria. Le piace? Il prossimo colpo può essere sulla sua pelle… Tutto il suo corpo, può diventare il mio bersaglio.  Lego i testicoli per renderli più sensibili alle torture, li strizzo e uso le mollette …